«Flow»

Katarzyna Gdaniec & Marco Cantalupo © BAK/Gregory Batardon
Katarzyna Gdaniec & Marco Cantalupo © BAK/Gregory Batardon
Katarzyna Gdaniec & Marco Cantalupo © BAK/Gregory Batardon
Katarzyna Gdaniec & Marco Cantalupo © BAK/Gregory Batardon

«Flow», Compagnie Linga e duo Keda

Creazione attuale di danza

 

«Flow», spettacolo realizzato nel 2018 da Katarzyna Gdaniec e Marco Cantalupo con la loro Compagnie Linga, si ispira a modelli della natura come banchi di pesci, sciami di insetti o stormi di uccelli, nei quali i movimenti creano un flusso continuo senza accordi preventivi o comandi, anche nel caso di improvvisi cambiamenti di ritmo o direzione. Per la prima volta la compagnia lavora con il duo franco-coreano Keda, che produce la colonna sonora dal vivo sul palco: il geomungo, tradizionale strumento a corda coreano fatto vibrare da E’Joung-Ju, dialoga con i ritmi e i suoni della musica elettronica di Mathias Delplanque. Con il flusso del movimento delle quattro danzatrici e dei tre danzatori, tra istinto individuale e coreografia di gruppo, si sviluppa sul palcoscenico un vortice ipnotico, che rapisce anche il pubblico in un’esperienza cinestetica meditativa e a volte persino estatica.

 

Béatrice Goetz, membro della giuria:

«In 'Flow' la danza della Compagnie Linga raggiunge l’equilibrio quasi perfetto tra formazioni sincrone di sciami e l’espressività individuale dei singoli danzatori e danzatrici. La connessione tra loro è così forte che ogni moto dell’altro è percepito, di modo che nella simultaneità del movimento resti lo spazio per la massima espansione dell’individuo. Lo stile di danza è caratterizzato da un’alta qualità tecnica, cambi di direzione imprevedibili e variazioni di ritmo estreme. La danza e la musica dal vivo del duo Keda si uniscono per formare un virtuoso ensemble».

Compagnie Linga: Katarzyna Gdaniec e Marco Cantalupo

Katarzyna Gdaniec e Marco Cantalupo, incontratisi al Béjart Ballet Lausanne, hanno fondato la Compagnie Linga nel 1992. Katarzyna Gdaniec, nata nel 1965 in Polonia, ha svolto la formazione di balletto all’Accademia Vaganova di San Pietroburgo e alla Scuola Nazionale di danza di Danzica. Nel 1985 è entrata a far parte del Ballet du XXe siècle di Maurice Béjart a Bruxelles. Marco Cantalupo, nato nel 1961 a Genova, ha studiato danza al Teatro della Scala di Milano e al Teatro dell’Opera di Amburgo, dove ha conseguito il diploma, prima di esibirsi in diversi corpi di ballo, tra cui quello dello Stadttheater di Berna. Dal 1993 la Compagnie Linga fa parte del Théâtre de l’Octogone di Pully e produce uno o due pezzi all’anno, che vengono rappresentati anche all’estero. La compagnia è stata insignita di vari premi, già a partire dal 1995, con il secondo posto al concorso internazionale di coreografia di Hannover. Nel 2001 Katarzyna Gdaniec e Marco Cantalupo hanno ottenuto il Prix culturel vaudois Jeunes Créateurs Danse e nel 2012 il Grand prix della Fondation vaudoise pour la culture.